E.D.I.

E.D.I.

A chi è rivolto

a soci di ArkÚ, a cittadine appartenenti a fasce deboli, alla realtÓ del terzo settore

Committente

Esprit soc. cons. a.r.l.

Durata

maggio 2011 - luglio 2012

Responsabile

Federico Grassi

EDI è un progetto di Arké che ha risposto all’avviso a valere sul P.O.R. Toscana Competitività regionale e occupazione 2007-2013 Asse III Inclusione Sociale Bando Interventi Progettuali 2010, che è stato finanziato con risorse del Fondo Sociale Europeo da Esprit soc. cons. a.r.l. 

Il 18 luglio 2012 è il termine ultimo per concludere le attività del progetto che prevede iniziative sui territori delle province di Pistoia e di Prato e si fonda sulla stretta integrazione di attività che hanno lo scopo di favorire l’inclusione sociale e lavorativa di donne svantaggiate: 
1) la costituzione di una cooperativa sociale di tipo B composta da soci di Arké e cittadine con caratteristiche determinanti condizioni plurime di svantaggio
2)  la realizzazione di tre percorsi individualizzati di accompagnamento all’inserimento lavorativo
3) lo svolgimento di una serie di interventi tesi al rafforzamento dei soggetti del terzo settore attivi in ambito di area metropolitana e, in particolare, di quelli che collaborano al raggiungimento degli obiettivi del progetto.
 
Stato di avanzamento
Nell’ambito dell’azione 1 le partecipanti si stanno sperimentando nella produzione di oggetti e prodotti del settore tessile e stanno frequentando il corso “La cooperazione sociale”.
 
L’azione 2 registra l’assunzione a tempo indeterminato di due beneficiari e la formazione del terzo attraverso la frequenza al corso “Competenze per la conduzione di laboratori di oggettistica per persone con disabilità” propedeutica all’assunzione a tempo indeterminato.
 
L’azione 3 sta impegnando gli operatori del settore adulti di Arké (assistenti sociali, psicologi, educatori, tutor) nel corso di aggiornamento “Strumenti per l’inclusione socio-lavorativa”. Inoltre stiamo sviluppando una serie di questionari e un software specifico per monitorare le carriere sociali dei destinatari dei nostri progetti di inclusione attivi in ambito di area metropolitana.
Inoltre è stato definito il seguente piano di lavoro che prende le mosse da tre esigenze fondamentali:
 
1) Migliorare la conoscenza del mercato, del prodotto e del processo di produzione
2) Acquisire elementi per orientare la modalità e la tipologia di produzione
3) Rafforzare il partenariato e la rete locale
 
Seminario: Produzione sociale, produzione etica, produzione tessile
Relatori: Barbara Guarducci, rappresentante CNA, rappresentanti cooperative
Temi: il tessile etico, le caratteristiche del settore tessile,  testimonianze ed esperienze
 
Seminario: Gestire un'impresa cooperativa artigiana, realizzare prodotti artigianali
Relatori: Rappresentante Confcooperative, Rappresentante CNA, Studio Baselli/Vannucci
Temi: Gestire una cooperativa sociale di produzione; Gestire una azienda artigiana; Ideare e progettare un prodotto
 
Workshop: Il lavoro sociale: l'importanza della rete e del lavoro integrato.
Relatore: Filippo Buccarelli, Università di Firenze
Incontro tra operatori privati e pubblici per un confronto su strumenti e tecniche del lavoro integrato.
 
Visita guidata: “Come ha fatto chi ce l'ha fatta”.
Esperienze di successo fuori dal contesto locale.
 
Consulenze mirate
colloqui tra operatori della cooperativa e referenti dei partner sulle questioni emerse dal percorso di confronto interno.